找回密码
 注册
查看: 158|回复: 0

Nano BL - So much quality at an affordable price

[复制链接]
发表于 2018-4-11 13:58 | 显示全部楼层 |阅读模式
来自国外的评测。
原文链接:https://simplyaudiophile.wordpress.com/2017/12/10/recensione-ifi-nano-idsd-black-label-tanta-qualita-ad-un-prezzo-accessibile/


RECENSIONE iFi Nano iDSD Black Label: tanta qualità ad un prezzo accessibile
Voglio iniziare questa recensione rispondendo subito ad un quesito che in molti mi hanno posto: vale la pena spendere 200 euro o giù di li per questo DAC/AMP possedendo già un dispositivo portatile come uno smartphone? La mia risposta è un fermo si e sono molte le ragioni per le quali ne sono pienamente convinto, anzi sarà difficile trovare un’alternativa che rientri in questa fascia di prezzo e che sia allo stesso tempo in grado di coniugare potenza,trasparenza, dinamica e portabilità.
L’ iFi Nano IDSD Black Label è la versione aggiornata del modello Nano iDSD rilasciato nel 2013.
è un dispositivo portatile compatibile con la certificazione HI-RES e con il supporto al formato MQA, DSD256 e DXD, che garantisce 10 ore di riproduzione continua (dato dichiarato dall’azienda che non si discosterà molto dalla mia esperienza personale).
è basato su due convertitori Burr-Brown capaci di decodificare file in PCM fino a 348kHz/32 bit, la sezione ampli è capace di pilotare cuffie fino a 600 ohm di impedenza. Tengo a precisare che questo apparecchio è un dac/ampli, quindi una volta collegato al vostro dispositivo con l’opportuno cavetto vi permetterà di bypassare sia il DAC che l’amplificatore interno del vostro PC o smartphone.
Dopo aver presentato questa sfilza di dati tecnici, che sono sicuro interesserà al 10% dei lettori di questo articolo, passiamo all’atto pratico.
Voglio ringraziare il team iFi per avermi inviato il dispositivo di prova e per aver risposto con tempestività a tutti i miei dubbi e quesiti riguardanti il prodotto.
Vi lascio il link al sito ufficiale iFi e al canale facebook :
https://ifi-audio.com/home/products/nano/
https://it-it.facebook.com/iFiAudio/
PACKAGING: la confezione è minimale: una scatola di cartone bianca con sovraimpressa l’immagine dell’iFi Nano, dopotutto chi acquista questa tipologia di prodotto di certo non presta attenzione alla confezione, ma punta alla sostanza e quindi alla resa sonora finale. All’interno sono presenti: il DAC/AMP con diverse etichette d’istruzione, un cavo di colore blu che vi permetterà di collegare il dispositivo all’uscita USB del vostro PC, delle molle gommate per tenerlo ben saldo al vostro smartphone, una leather case per il trasporto (soprattutto per non graffiare la scocca) e diversi adattatori. Purtroppo non è presente un cavo OTG di serie, ma non è una grave mancanza, in quanto di questi tempi tutti ne abbiamo almeno uno in casa.
Dimensioni: 96 x 64 x 25,5 mm con un peso di 139 grammi.
Il prodotto si presenta fin da subito solido e compatto, certo il peso di 139 grammi non ci fa gridare al miracolo, ma ci tengo a precisare che nel mondo audio, in particolare per questa tipologia di dispositivi, peso e dimensioni sono sinonimi di qualità, in quanto la circuiteria interna ha bisogno di spazio e isolamento per evitare disturbi del segnale e fenomeni parassiti. Per questo motivo dispositivi dedicati come questi, offriranno un’esperienza finale di gran lunga migliore rispetto a smartphone e tablet vari.
Sulla parte anteriore sono presenti: una rotella per l’accensione (notificata da un led verde) e per aumentare e diminuire il volume; due uscite da 3.5 una per cuffie e una per auricolari. Tengo a precisare che l’iFi si comporta egregiamente con ambedue le tipologie, non presentando mai rumori e fruscii di fondo.
Sulla parte posteriore sono presenti l’uscita USB, un’uscita per collegarlo ad un amplificatore esterno e un pulsante per scegliere tra due filtri: Listen, che iFi consiglia per l’ascoltatore medio, e Measure per eseguire test di misurazione audio; la presenza di questa doppia funzionalità è unica, come dichiarato sul sito del produttore.
SUONO: finalmente passiamo alla sostanza!Come suona questo dispositivo? Direi decisamente bene. Mi è capitato poche volte di testare un prodotto e di sentirmi completamente appagato, giustamente chi è amante del mondo audio è di per se sempre insoddisfatto e sempre alla ricerca del “meglio”, in questo caso devo ricredermi, soprattutto perché tengo ben presente la qualità offerta e il prezzo a cui è venduta.
I vari test di ascolto sono stati effettuati dopo un rodaggio di una cinquantina di ore, come consigliatomi dal team iFi, il più delle volte collegato al mio PC e Tidal per testare il supporto al formato MQA, oppure collegato direttamente al mio iPhone (per collegarlo all’iPhone avete bisogno del camera kit).
La resa sonora è neutrale tendente al caldo, per questo l’iFi a mio parere si sposa bene con cuffie dal suono analitico come le AKG K702, o per placare gli eccessi in gamma alta, come nel caso delle Grado.
Qui il ruolo del recensore si fa aurduo, poiché o si può intraprendere la strada nel descrivere il prodotto affidandosi ai freddi numeri delle caratteristiche tecniche (scelta poco sensata) o cercare di scrivere su carta e riuscire a decifrare le emozoni, le impressioni che un determinato dispositivo può regalarci, sempre tenendo in considerazione che ognuno ha un proprio “orecchio” che fortunatamente cambia da individuo a individuo. Premettendo che sono amante di una timbrica fredda ed analitica, ma con il passare dei giorni sono riuscito ad apprezzare la tonalità leggermente calda di questo iFi Nano, proprio perché la riproduzione è corretta e rispettosa del brano musicale.Ogni mia considerazione, riguardante questo dispositivo, sarà ovviamente scevra dai miei gusti personali, considerando che molti lettori di questo articolo potranno preferire una timbrica più calda rispetto alle mie preferenze.
La peculiarità di questo DAC/AMP è quella di farvi dimenticare di tutte le caratteristiche tecniche e numeri: una volta collegato alla vostra cuffia vi trasporterà nei vostri brani con decisione e ritmo.
Sono riuscito a riscoprire dettagli in alcune delle canzoni che ascoltavo assiduamente da anni e quando un dispositivo audio riesce in questa impresa è sempre da lodare. La dinamica è pazzesca. Nel nuovo album di Zucchero(wanted the best collection) il tempo e il ritmo sono resi in maniera eccellente tanto da portarmi a muovermi a ritmo delle note. La parola chiave per descrivere questo prodotto è coinvolgente, poiché nel pieno rispetto del brano (cosa non da poco) riesce a restituire un ascolto divertente e trascinante.
Il basso è di estrema qualità, rapido e con un ottimo decadimento non ricadendo mai in quel basso gonfio e gommoso che va a coprire la gamma media, peculiarità che come vedremo porterà questo dispotivo ad avere un’abbinata vincente con le Meze 99 Classics valorizzando a dovere questa cuffia.
Le voci sono leggermente arretrate, ma presentando dettaglio e naturalezza: in “Voci”di Zucchero, viene portata in cuffia tutta l’organicità vocale di questo cantante con ottima definizione per i cori femminili di fondo, il tutto sempre con una dinamica estremamente coinvolgente.
La gamma alta viene leggermente ammorbidita e arrotondata (peculiarità che non ho apprezzato molto, ma qui ricadiamo sempre nell’ambito dei gusti personali); tengo a precisare che gli alti sono ben presenti e dettagliati, ma in alcune canzoni cercavo quello scintillio in più. Sicuramente questo prodotto è consigliato a chi soffre di sibili.
Il sound stage è coerente e dopo una cinquantina di ore di rodaggio ho notato un netto miglioramento rispetto all’inizio. La separazione strumentale è ottima riuscendo a donare quel senso di ariosità che in questa fascia di prezzo è difficile trovare.
TEST MEZE 99 CLASSICS con iFi Nano iDSD BL:
le 99 Classics e l’iFi Nano hanno un’ottima sinergia: ascoltanto il duo con Tidal la riproduzione migliora sotto tutti i punti di vista. La separazione strumentale e il micro dettaglio migliora con maggiore ariosità, le voci acquistano maggiore texture e presenza, il basso acquista più impatto e lo rende meno gonfio, in un certo senso va a correggere una delle più grosse problematiche di questa cuffia cioè il basso che copre la gamma medio-bassa . Il sound stage si amplia sia in altezza che in profondità. La riproduzione diventa più naturale e anche la dinamica migliora sensibilmente.
Se avete in mente di acquistare un prodotto Meze come le 99 Classics o le Neo vi consiglio vivamente di investire anche in un buon dac/amp iFi come il modello Nano
TEST FIIO EX1 con iFi Nano: questo DAC/AMP si comporta egregiamente anche con le IEM non presentando alcun fruscio o rumore di fondo. La sinergia con la cuffia fiio è ottima in quanto va a ridurre quel suono metallico e gli eccessi in gamma alta tipica di questo auricolare. Il sound stage in questo caso non subisce miglioramenti degni di nota anche se ne giova la dinamica e il micro dettaglio.
CONCLUSIONI: il prodotto iFi a mio parere è un buon trampolino di lancio per entrare nel mondo dell’audifilia ovviamente abbinandolo con una cuffia di qualità, certo ci sono prodotti molto più performanti, ma sicuramente ad un prezzo molto più elevato. Per chi cerca un DAC/AMP per sostituire la propria fonte come nel caso di uno smartphone ad un prezzo accessibile questa è una scelta assolutamente consigliata.
PROS:
•        Qualità ad un prezzo accessibile
•        Trasparenza
•        Potenza erogabile
•        Longevità della batteria
CONS:
tendenza ad ammorbidire la gamma alta
FINAL RATING:8,8


您需要登录后才可以回帖 登录 | 注册

本版积分规则

Archiver|手机版|《中华人民共和国增值电信业务经营许可证》粤B2-20120704|耳机大家坛-耳机网 ( 粤icp备09046054号-6 )

粤公网安备 44030602000598号

GMT+8, 2018-5-27 23:56

Powered by Discuz! X3.2

© 2001-2013 Comsenz Inc.

快速回复 返回顶部 返回列表